Home » Nei luoghi oscuri della saggezza. Le origini rimosse della civiltá occidentale by Peter Kingsley
Nei luoghi oscuri della saggezza. Le origini rimosse della civiltá occidentale Peter Kingsley

Nei luoghi oscuri della saggezza. Le origini rimosse della civiltá occidentale

Peter Kingsley

Published
ISBN : 9788843803187
Paperback
221 pages
Enter the sum

 About the Book 

La vita delluomo contemporaneo è segnata da un senso di vuoto, da una ricerca di interiorità che approda sempre più spesso alle religioni dellOriente o alle suggestioni di pratiche spirituali alternative. La nostra civiltà si caratterizza, insomma,MoreLa vita delluomo contemporaneo è segnata da un senso di vuoto, da una ricerca di interiorità che approda sempre più spesso alle religioni dellOriente o alle suggestioni di pratiche spirituali alternative. La nostra civiltà si caratterizza, insomma, per la sua cultura della rimozione, una rimozione che riguarda in primo luogo le sue stesse origini, cioè quegli insegnamenti che ancora oggi potrebbero aiutarci a dare pienezza alla vita, a capire quali sono i nostri bisogni più profondi e a comprendere la nostra vera essenza al di là delle apparenze. Per spezzare questa sorta di inganno, Peter Kingsley conduce il lettore in unesplorazione del mondo antico, e più precisamente della cultura presocratica, che risulta cruciale per ripensare il nostro atteggiamento nei confronti dellesistenza. Al centro di questo appassionante viaggio nei luoghi oscuri della saggezza, lautore pone la scoperta di alcune iscrizioni rinvenute tra le rovine di Velia, vicino a Paestum, intorno al 1960, che la scienza ufficiale ha preferito ignorare o far passare sotto silenzio. Da quei testi emerge in modo inconfutabile lesistenza di un pensiero che non ci è stato tramandato dai filosofi successivi: più di duemila anni fa nellItalia meridionale e in Sicilia esistevano saggi, a un tempo mistici, maghi e guaritori, in grado di penetrare lessenza delle cose, di spingersi oltre il mondo sensibile. Erano gli eredi di Pitagora e Parmenide, e il loro insegnamento non ha origini astratte o teoriche, ma è profondamente pratico, e si basa sullesperienza di stati di coscienza legati alla dimensione onirica ed estatica. LOccidente, però, ha dimenticato questa sapienza, ha seguito la via di Platone e di Aristotele, quella dellastrazione e della speculazione intellettuale, perdendo così ogni contatto con le proprie origini spirituali e mitiche.Peter Kingsley è professore onorario alla Simon Fraser University in Canada e alla University of New Mexico. Studioso delle origini della filosofia e della cultura occidentale, con i suoi libri riporta alla luce la matrice spirituale del mondo antico. In Italia è uscito Nei luoghi oscuri della saggezza (Marco Tropea Editore, 2001).